Mavericks, il surf e il cane a cui piaceva fare il bagno

Per la prima volta Apple non ha scelto un felino per identificare una major release di OS X. Il nome “Mavericks” deriva da una località californiana nota ai surfisti. Ecco qualche dettaglio.

Per la prima volta Apple non ha usato nomi di felini per identificare una major release del sistema operativo OS X ma ha preferito usare l’appellativo “Mavericks”.  Come noto, il nome deriva da un luogo californiano molto apprezzato per il surf, ma TUAWfornisce qualche dettaglio in più.La località si trova a 3 km dal porto di Pillar Point, a nord dell’Half Moon Bay nella Contea di San Mateo, ed è notissima anche per le competizioni alle quali partecipano ogni anno alcuni dei migliori surfisti del mondo. Curiosa l’origine del nome; alcuni surfisti che negli anni ’60 usavano andare ad allenarsi in quel luogo erano accompagnati  anche da un cane, un pastore svizzero bianco di nome Maverick che era solito nuotare insieme al suo padrone. Il posto fu inizialmente denominato Maverick’s point, poi semplicemente Maverick’s o Mavericks che è dunque un genitivo sassone, un possessivo, e non un plurale. Mavericks è stato prescelto per dare il nome al sistema operativo forse anche per il fatto che nella zona vivono molti dirigenti di Apple tra cui Phil Schiller.

Come abbiamo già scritto, se non vedete l’ora di mettere le mani su Mavericks dovete avere pazienza: arriverà solo in autunno. Quel che però potete avere subito la sfondo scrivania che, come sempre con il lancio di nuovi sistemi operativi, rappresenta il volto caratteristico del nuovo OS. Apple l’ha infatti messo a disposizione in risoluzione nativa 5120×2880 pixel). Lo potete scaricare dai server Apple, prelevandolo da qui sotto