Nuovi MacBook Air, primi benchmark e altri dettagli

 

I primi benchmark avviati sui nuovi MacBook Air con processore Haswell confermano prestazioni leggermente superiori rispetto ai modelli che sostituiscono. Le differenze principali rispetto a prima sono: la maggiore autonomia della batteria, la scheda video migliorata, il supporto per memorie di nuova generazione, l’utilizzo di unità SSD con controller PCI.

AnandTech ha pubblicato i risultati dei primi benchmark avviati sui nuovi MacBook Aircon processore Haswell. Esteticamente le nuove macchine sono uguali alle precedenti; internamente i cambiamenti maggiori sono sul fronte CPU, unità flash NAND e memoria DRAM. Apple sfrutta un Intel Core i5 dual-core a 1,3GHz (che con il Turbo Boost può arrivare fino a 2,6GHz) con 3MB di cache L3 condivisa (opzionalmente configurabile con Intel Core i7 dual-core a 1,7GHz con 4MB di cache L3 condivisa e che con il Turbo Boost può arrivare fino a 3,3GHz). I test con Cinebech confermano prestazioni in linea con i modelli dello scorso anno; in alcuni casi i miglioramenti arrivano a circa il 5%: niente dunque di particolarmente clamoroso. Come già evidenziato in altri nostri articoli, rispetto agli Ivy Bridge gli Haswell non faranno la differenza in termini di prestazioni vere e proprie ma in termini di durata della batteria (Apple vanta per le macchine in questione fino a 9 ore di navigazione web in wireless per il modello da 11” e fino a 12 ore per il modello da 13”).Per quanto riguarda il comparto grafico, entrambi i modelli usano l’Intel HD Graphics 5000 ; questa offre prestazioni migliori rispetto alla precedente HD 4000 e come sempre funzionalità di Scrivania Estesa e Duplicazione dello Schermo, supporto simultaneo per la risoluzione nativa dello schermo integrato e risoluzione fino a 2560×1600 pixel su un monitor esterno.

Dal System Profiler è stato possibile verificare che Apple ora sfrutta un controller connesso fisicamente via PCI, anziché via SATA come con i precedenti modelli; l’utility “Informazioni di sistema” svela l’interfaccia PCIe 2.0 x2, in grado di offrire 1GB/s in tutte e due le direzioni. L’unità disco nel sistema verificato da AnandTech è prodotta da Samsung ma pare che anche SanDisk abbia soluzioni PCIe per Apple. Test specifici con l’utility Quick Bench mostrano performance in lettura/scrittura che si avvicinano a ben 800MB/s.

Altro cambiamento importante è sul fronte memoria RAM: i nuovi Air sfruttano memorie LPDDR3 a 1600MHz, novità permessa da Haswell con vantaggi dal punto di vista del consumo della batteria.

Il MacBook Air vanta ora due microfoni e supporto a connessioni Wi-Fi 802.11ac; come i precedenti modelli, sono presenti: una videocamera FaceTime HD, una porta Thunderbolt e due porte USB 3.0. L’Air risponde ai requisiti Energy Star 5.2 e ha ottenuto lo status EPEAT Gold.