WWDC, primi dettagli sull’ospite più atteso: iOS7

 

L’ospite più atteso non ha mancato di stupire il pubblico degli sviluppatori alla WWDC Apple. Per iOS 7 confermata nuove palette di colori, icone rinnovate, nuovi caratteri. Ma le novità non si fermano qui: c’è anche il multitasking, AirDrop, nuova applicazione mail, nuovo control center, nuova modalità per accedere ad alcune  funzioni.

Non è mancato alla WWDC l’ospite più atteso: iOS 7 e quello che si è visto non ha smentito le voci che parlavano di complessità mascherata dalla semplicità dell’interfaccia.Cook ha introdotto il nuovo OS con una serie di numeri che servono, come sempre, a dimostrare la dominanza del sistema operativo rispetto alla concorrenza (60% di utilizzo di web mobile contro il 24% di Android; 97% di soddisfazione contro 43% di Android e 53% di Windows Phone; 93% con il nuovo sistema operativo contro la frammentazione di Android), prima di lasciare la parola al nuovo deus ex machina: Ive, che è apparso in un filmato per spiegarne la filosofia e le linee guida.

Le prime immagini hanno subito dato l’idea di qualche cosa di molto diverso, caratterizzato da una nuova palette di colori che tale, nuova per l’appunto, appare fin dall’avvio del dispositivo. La linearità è rappresentata da icone rinnovate, nuovi caratteri, ampio uso di trasparenze e persino uno straordinario effetto che modifica la prospettiva di vista suoi contenuti modificando l’orientamento del telefono. Ma gli aspetti interessanti non si fermano qui. Tra le altre, attesissime, c’è ad esempio anche il vero multitasking.

Cook ha poi riportato poi sul palco Craigh Federighi, che gestisce il team tecnico di iOS 7 (Ive si occupa dell’interfaccia umana) per presentare le novità nel dettaglio. La prima cosa che colpisce è, appunto, la schermata iniziale: totalmente piatta; ma anche le icone che “galleggiano” sullo sfondo e che muovendo lo schermo danno l’impressione di qualche cosa dietro alla quale si può vedere, sono qualche cosa di stupefacente.

Federighi ha poi mostrato alcune applicazioni, il Game Center completamente rifatto («Abbiamo finito il feltro verde», ha detto Federighi) così come anche l’applicazione per il Meteo (straordinariamente simile nel look a quella di Yahoo) che è anche animata. Il capo dello sviluppo ha poi mostrato il Calendario, molto più lineare. Mail è stata ugualmente ridisegnata, le cartelle possono avere più pagine e così via.

Federighi ha poi presentato funzioni come Control center, che serve a richiamare alcune funzioni più importanti (Wi-Fi, modalità aeroplano, Airdrop, novità di iOS 7, Airplay e così via) e averle sempre a portata di mano senza richiamare i settaggi del sistema. Importante anche il multitasking che sarà per tutte le app. iOS 7 ha detto Federighi sarà in grado di capire quali sono le nostre tipiche applicazioni e le terrà sempre pronte per il lancio. Il nuovo sistema potrà anche gestire in maniera ottimale le reti per risparmiare batteria.

Il sistema operativo rinnovato avrà anche un Safari di nuova generazione con campi di ricerca “smart”, capaci di richiamare i preferiti quando si fa tap. I pannelli saranno verticali, non avranno un limite di 8 come ora e potremo scorrere tra le pagine degli elenchi di lettura con un “carosello” simile a quello della versione OS X di Safari. Sarà disponibile anche una nuova fotocamera con filtri integrati; l’album catalogherà e aggregherà le foto sulla base del luogo e dell’ora (in momenti). È stato infine dimostrato un nuovo sistema per la condivisione delle immagini usando AirDrop; facendo tap su un amico avvieremo sul dispositivo un pannello che gli chiederà se vuol ricevere un documento, e potremo condividere lo stesso documento con diversi amici; anche l’app Foto è stata completamente ridisegnata, ora più intuitiva.

Ci sono anche tante altre piccole novità, ma non per questo meno interessanti su iOS 7, elencate separatamente alla fine del keynote. Una di queste è il nuovo App Store che sarà in grado di capire dove vi trovate. Ecco la più importante delle novità nel mondo delle app annunciata questa sera da Apple: “Apps near me”, questo il nome della funzione, potrà suggerire le applicazioni da scaricare basandosi sulla località dicendovi quelle più popolari nella nazione, nella città e anche nel quartiere dove siete. Ottimo per chi va in un luogo per turismo poiché sfrutterà il “know how” di chi è già stato lì, come ad esempio la ricerca di un’app per un museo. App Store farà anche altre cose interessanti come ad esempio aggiornare automaticamente le applicazioni.

Apple ha poi presentato un nuovo “Find My Phone”, più sicuro e solido, tanto sicuro che una volta perso il dispositivo e attivata la funzione di sicurezza, se un ladro prova a riattivarlo o a cancellare il contenuto di iPhone, non sarà in grado di riattivarlo di nuovo. Questa funzione di sicurezza si chiama “Activation Lock”.

iOS 7 sarà compatibile con iPhone 5, iPad di 4 generazione, l’ultimo iPod e l’iPad mini